Comunicazioni

Comunicazioni

CIRCOLARE 08/2022

DECRETO AIUTI (D.L. 50/2022)

Dopo la pubblicazione in Gazzetta del "Decreto Aiuti", si attende ora l'accredito nel mese di luglio, negli
stipendi e nei conti correnti di chi ne ha diritto, del cosiddetto "bonus 200 euro", la misura destinata a
supportare famiglie coi redditi medio-bassi nell'affrontare l'aumento dell'inflazione e la pressione del carovita.
Il bonus, inizialmente previsto solo per dipendenti e pensionati, è stato esteso anche a una platea più
vasta di beneficiari (compresi i disoccupati); tuttavia, in base alla tipologia di lavoratore a cui si appartiene,
potrebbe essere necessario presentare una domanda o una dichiarazione.


La misura prevede un bonus di 200 euro netti, erogati una tantum ai lavoratori dipendenti già beneficiari nel
primo quadrimestre 2022, per almeno una mensilità, della riduzione dei contributi Inps dello 0,8% prevista
dalla Legge di Bilancio 2022.


I lavoratori dipendenti, in forza nel mese di luglio, devono presentare una dichiarazione al datore di
lavoro che attesti che non percepiscono trattamenti pensionistici o il reddito di cittadinanza. In questo modo,
il datore di lavoro, in base ai dati reddituali in suo possesso, riconosce il bonus direttamente nel foglio
paga. In presenza di più rapporti di lavoro occorre fare attenzione perché il bonus 200 euro spetta una volta
sola: in caso contrario dovrà esser restituito tramite la prossima dichiarazione dei redditi. Pertanto il
dipendente dovrà dichiarare al datore di lavoro di non aver richiesto il bonus di 200 euro ad altri datori di
lavoro.
Per semplificare la comunicazione ai dipendenti trovate in allegato un’informativa riassuntiva da trasmettere
al personale. Nei prossimi giorni pubblicheremo sul portale dello Studio le dichiarazioni da consegnare ai
lavoratori potenzialmente beneficiari del bonus. Vi chiediamo cortesemente di segnalarci solo i lavoratori
che non vi restituiranno il suddetto modulo debitamente compilato, esprimendo in tal modo la loro volontà di
non ricevere il bonus.


Al bonus 200 euro hanno diritto anche i lavoratori domestici, i lavoratori stagionali, gli autonomi e chi
percepisce il reddito di cittadinanza o la disoccupazione.
Il bonus verrà erogato direttamente nella busta paga e nella pensione di luglio (per i dipendenti e i
pensionati) o direttamente sul conto corrente (per autonomi, stagionali, disoccupati, colf e badanti). Tuttavia,
se per pensionati e disoccupati l'accredito dovrebbe avvenire in automatico, per gli aventi diritto delle altre
categorie lavorative occorre presentare apposita documentazione.
I lavoratori domestici ed i collaboratori in forza al 18 maggio 2022 dovranno presentare autonomamente
apposita domanda all’Inps in presenza dei requisiti richiesti dalla normativa.


I collaboratori dello Studio sono a disposizione per ogni eventuale chiarimento.

scarica pdf